• MARTEDÌ 22 SETTEMBRE 2020 - S. Maurizio martire

Cgil, conferenza di organizzazione al Country Club

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Si apre domani pomeriggio alle ore 15.00, la Conferenza di Organizzazione della Cgil di Avellino, presso il Country Club di Picarelli. Dopo le operazioni di rito per l’allestimento delle commissioni, sarà il segretario provinciale Vincenzo Petruzziello ad introdurre i lavori con la lettura della relazione, nel corso della quale saranno illustrati anche i prossimi impegni organizzativi che la CGIL di Avellino sarà chiamata ad onorare sulla scorta delle indicazioni provenienti dai livelli nazionali. La platea assembleare della conferenza di organizzazione sarà composta da 204 delegati, divisi tra 116 uomini e 87 donne. Rispettai, anzi superati, i parametri stabiliti a livello nazionale sulla rappresentanza di genere. La percentuale di donne, infatti, raggiunge il 43% di delegati. Dei 204 delegati, 64 sono stati designati di diritto e ben 140 eletti dalle categorie e stabiliti tramite la quota di solidarietà per lo Spi e per le altre strutture interne alla CGIL. Per dare un’idea dello sforzo organizzativo della CGIL, si rappresenta lo schema dei delegati per categoria: Funzione Pubblica: 6 donne e 8 uomini. SPI: 24 donne e 27 uomini. Fisac: 1 uomo e 1 donna. Filt: 1 uomo e 1 donna. FLAI: 3 donne 5 uomin, FILCAMS: 3 donne 2 uomini. FIOM: 4 donne e 5 uomini. FLC 1 donna. FILLEA 5 donne 16 uomini. FILCTEM 4 donne e 3 uomini. SLC 1 uomo. NIDIL: 1 donna. Membri di diritto: 24 donne 40 uomini. “Giungiamo alla conferenza di organizzazione avendo garantito la massima rappresentanza di tutte le categorie – spiega il segretario organizzativo, Antonio Famiglietti – e soprattutto avendo superati le percentuali imposte per la rappresentanza di genere. La Cgil di Avellino, ancora una volta dà lo spazio opportuno alle donne e soprattutto, guardando la platea assembleare della Conferenza di organizzazione, dà ampio spazio ai giovani. Per noi  - dice Famiglietti – è un punto di orgoglio che ci ripaga del lavoro svolto in queste settimane che ci hanno avvicinato all’appuntamento di domani. Immaginiamo che dalla Conferenza di Organizzazione possa davvero nascere una Camera del Lavoro più vicina alle istanze dei lavoratori e soprattutto di quei lavoratori che oggi hanno sempre meno tutele e meno diritti. Di fatto – conclude il segretario organizzativo – la Camera del Lavoro di Avellino in tutte le sue articolazioni ha già da tempo attuato i principi della territorialità, del decentramento, orientando l’azione alla difesa delle tutele individuali. Con la conferenza di organizzazione riteniamo doveroso dover rendere organico questo nostro impegno e tramutarlo in una nuova veste della nostra attività sindacale”. La Conferenza di organizzazione della CGIL si concluderà sabato mattina, quando sarà licenziato il documento da inviare ai livelli nazionali, unitamente alla scelta dei delegati. “Non sarà, però – aggiunge Famiglietti – un momento di confronto esclusivamente interno. Lo testimoniano le numerose presenze accreditate di ospiti, tra cui i rappresentanti istituzionali e politici, con i quali, dalla Conferenza – sarà possibile continuare il confronto sui temi dello sviluppo e dell’occupazione in Irpinia, sui servizi ai cittadini e sulle prospettive per l’intera Provincia”.  



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it