• MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021 - S. Angela Merici

Cardinale, vi racconto il set con Visconti e Fellini

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  «Siamo stati in dubbio fino all'ultimo momento sull'opportunità di tenere l'appuntamento dopo l'alluvione che ha colpito la città. Poi abbiamo scelto di dare un segnale di speranza». Così Giambattista Assanti, il regista di Ultima Fermata presentato in prima al Massimo di Benevento (in proiezione fino a domenica, orari 17/19/21). Una raccolta fondi per le vittime dell'alluvione per inaugurare la serata che ha vissuto il suo momento clou nell'incontro con il pubblico, di cui sono stati protagonisti i produttori, il regista, l'attrice coprotagonista Francesca Tasini e il mito del cinema Claudia Cardinale. Una bella storia quella di Assanti, una storia semplice sui valori grandi della vita. Sullo sfondo la linea ferroviaria abbandonata Avellino-Rocchetta Sant'Antonio. Tra gli spettacolari paesaggi della Daunia, della Lucania e dell'Irpinia Assanti ha inserito omaggi ai maestri del cinema italiano, da Tornatore di Nuovo Cinema Paradiso a Salvatores di Io non ho paura. Grande emozione per la presenza in sala della Cardinale che tra premi ricevuti e storie dal set ha affascinato il pubblico. «Quando giravo contemporaneamente Il Gattopardo con Visconti e 8 e mezzo con Fellini cambiavo tinta ai capelli ogni tre giorni. L'uno mi voleva mora, l'altro bionda».   Mariateresa De Lucia



Sannioportale.it