• VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 - S. Irene vergine

Caos Catania: ...E il Vicenza ci va di mezzo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il terremoto del decimo grado della Scala Mercalli che ha colpito il Catania nella giornata di ieri potrebbe avere ripercussioni anche su altre società del campionato di Serie B. Se in ambito giudiziario rischiano grosso Latina, Varese, Ternana, Livorno e Trapani indagate dalla Procura della Repubblica di Catania, sul piano prettamente sportivo il Vicenza, suo malgrado, si trova tirato in ballo. Il perché è presto detto. La società veneta era al lavoro con il Catania per liberare il tecnico Pasquale Marino dal contratto che lo lega fino al 30 giugno 2016 al club biancorosso. L'intesa era stata raggiunta domenica scorsa, con Marino che avrebbe dovuto rescindere con il Vicenza e accasarsi al Catania assicurando così una buonuscita di 800 mila euro al Vicenza. Il caos generato dagli illeciti perpretati dalla società etnea ha bloccato l'intera operazione. Il Vicenza si ritrova con un bel gruzzolo in meno, con un allenatore sul piede di partenza (Marino) il cui contratto pesa e non poco sulle casse della società e con il pensiero di un sostituto da ingaggiare in vista della prossima stagione (Mangia, Delneri o Gautieri). Dal canto suo Marino ha fatto sapere di essere pronto a parlare del suo futuro con il club biancorosso e a farsi da parte per favorire il processo di ingaggio del suo successore. Sì, nel calcio capita anche questo. Carmine Roca 



Macrolibrarsi
Sannioportale.it