• VENERDÌ 10 LUGLIO 2020 - S. Felicita martire

Buonaiuto: "Voglio vestire ancora la maglia giallorossa"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Non solo De Risio e Montini, anche Buonaiuto tornerà alla base dopo l’esperienza in prestito vissuta nel campionato appena concluso tra Teramo e Torres. L’esterno offensivo è cresciuto calcisticamente nel Benevento, ma le note vicende societarie pongono un punto interrogativo sulla sua permanenza: “Sto aspettando eventuali sviluppi sul futuro del Benevento. Con il club giallorosso ho un altro anno di contratto e spero di avere un colloquio con i dirigenti prima del trenta, in modo da regolarmi di conseguenza. Sono certo che a breve saprò cosa succederà nel dettaglio”. Per Buonaiuto, comunque, la scelta migliore sarebbe quella di restare in giallorosso: “Quella di Benevento è l’esperienza più importante della mia vita. Sono cresciuto in questo contesto, dove mi sono formato sia come calciatore che come uomo. Ricordo che ho cominciato proprio con l’avvento di Vigorito e spero che non finisca tutto con il suo addio. Andare via da questa città mi dispiacerebbe molto e spero di rimanerci ancora  a lungo”. Sul campionato del Benevento ha ben poco da dire: “E’ stato eccezionale. Non è da tutti i giorni vedere una squadra totalizzare 76 punti e non riuscire a centrare la promozione diretta. Purtroppo è mancata la fortuna, elemento indispensabile per una società che ha programmi ambiziosi. Credo che la differenza tra il Benevento e la Salernitana sia stata minima, accentuata solo dallo scontro diretto dell’Arechi. La gara persa con il Como, invece, è difficile da commentare. Posso solo dire che i lombardi al Vigorito hanno avuto molta fortuna, ma allo stesso tempo sono una delle squadre che mi ha impressionato più di tutte nei play off”. Dopo aver avviato la stagione con il Teramo (squadra che poi ha ottenuto la promozione in serie B), Buonaiuto si è trasferito a gennaio alla Torres: “Dopo un avvio positivo con i biancorossi (11 presenze e 1 gol ndr), il mister ha deciso di cambiare modulo. Questa scelta mi avrebbe penalizzato, portandomi a giocare poco rispetto alle aspettative. A quel punto ho scelto di cambiare aria e mi sono trasferito alla Torres. Con i sardi sono sceso in campo 14 volte e ho dato un buon contributo per la conquista della salvezza. Nel complesso la mia stagione è stata soddisfacente, anche se potevo fare senza dubbio qualche altro gol. Se mi sono arrivate delle offerte? Al momento non so niente”. Ivan Calabrese  



Sannioportale.it