• LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020 - S. Matteo apostolo

Bittante: e se l'Avellino lo riscattasse?

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Sembrava destinato ad essere riscattato dalla Fiorentina e girato in prestito a qualche club di Serie A in grado di garantirgli la possibilità di accumulare minuti ed esperienza. E non è da escludere che alla fine il suo destino sia proprio questo. Ma per Luca Bittante, in comproprietà tra Avellino e Fiorentina, potrebbe anche profilarsi uno scenario  diverso da quello che sembrava ad un passo dal concretizzarsi. Con il passare delle ore, infatti, in assenza di ufficialità in merito al futuro del calciatore, cresce il rischio di arrivare alle buste. «Lo vedremo in Serie A» aveva preannunciato lo scorso martedì 16 giugno il presidente Walter Taccone, dopo un incontro presso il laboratorio Diagnostica Futura con il procuratore di Bittante, Patrick Bastianelli. E non sarà smentito. L'esperienza dell'esterno in massima serie, però, può iniziare percorrendo una strada alternativa. L'Avellino stesso, infatti, potrebbe riscattare l'esterno '93 per poi cederlo ad una tra Atalanta e Sampdoria. Giovedì alle 19 scade l'ultimo termine per risolvere la compartecipazione con un'intesa. Altrimenti si assicura la totalità del cartellino chi deposita l'offerta maggiore. Potrebbe materializzarsi lo stesso tipo di operazione che, nella scorsa estate, portò i lupi a rilevare il cinquanta per cento di Armando Izzo dal Napoli, che fu poi ceduto al Genoa. Marco Festa



Sannioportale.it