Bilotta (Udc): "Le periferie di Avellino abbandonate"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  «Fa rabbia dover registrare come ogni volta che si verificano fenomeni meteorologici, più o meno importanti, le periferie di Avellino debbano vivere disagi legati all’incuria e all’assenza di manutenzione del territorio. Anche a seguito dell’ondata di maltempo di ieri si è riscontrata la stessa incresciosa situazione. E oggi, nonostante il miglioramento delle condizioni atmosferiche, il quadro è ancora molto critico. L’imprevedibilità degli eventi climatici non esime certo l’amministrazione comunale da evidenti ed oggettive responsabilità. Quella che manca è un’azione di manutenzione ordinaria del territorio, nulla di più». Lo dichiara Alberto Bilotta, capogruppo dell’Unione di Centro in consiglio comunale ad Avellino. «Con particolare riferimento – continua Bilotta – ad alcune zone della città, in particolare via Pianodardine, via Francesco Tedesco e via Fontanatetta e più in generale Borgo Ferrovia, la situazione resta ancora molto difficile. Non è accettabile vivere in una condizione di perenne precarietà. Sarebbe opportuno intervenire con maggiore tempestività, ma è prioritaria la prevenzione attraverso una cura del territorio che ad Avellino resta una chimera. L’auspicio è che, oltre gli annunci, davvero le periferie della nostra Città possano uscire dalla condizione di marginalità nelle quali quest’amministrazione continua a ricacciarle». Redazione



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it