• DOMENICA 18 APRILE 2021 - S. Eleuterio vescovo

Benevento, quanti squali in un mare giallorosso

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Quanti squali in un mare giallorosso... La situazione che ha colpito il Benevento calcio e le dimissioni del presidente Vigorito hanno portato alla finestra non pochi operatori di mercato. Le società attendono di conoscere il futuro della squadra sannita. E non solo per pura curiosità. Sono tante le squadra che hanno messo gli occhi sui “bocconcini” del club di via Santa Colomba. Tra questi figurano Eusepi, Mazzeo (per entrambi c'è la Salernitana), Marotta richiesto da Catanzaro e Matera, perfino Som piace al Pescara. E pensare che il terzino è stato tra i più contestati ai piedi della dormiente. Colpa di un play off che lo ha visto protagonista in negativo. Ma la speranza di chi è pienamente impegnato a rifare il look della propria squadra è quella di ottenere a parametro zero i giocatori sanniti. Il più gettonato è re Umberto capocannoniere del girone C. Probabile però che per lui e altri si attenderà invano. Le operazioni di risoluzione da parte della società giallorossa in realtà stanno riguardando quei giocatori che non rientrano negli interessi di chi potrebbe comprare a breve il Benevento. Motivo per cui è lecito pensare che se la trattativa dovesse andare in porto, chi prenderà in mano il club sannita punterà a qualcosa d'importante. In fondo il pacchetto lasciato in eredità dal patròn Vigorito è prezioso. Si è parlato spesso di ingaggi elevati dimenticando però il valore di buona parte dei calciatori che compongono la rosa e che hanno avuto e avrebbero un ruolo importante perfino in serie B. Un obiettivo che a più riprese è sembrato quest'anno alla portata dei sanniti e che forse è sfuggito di mano per via di spaccatura nello staff tecnico, quelle che inevitabilmente si sono ripercosse sull'intero gruppo.  



Sannioportale.it