• VENERDÌ 5 MARZO 2021 - S. Foca martire

Avellino, è davvero l'ora di farsi sentire

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  In principio fu una posizione di fuorigioco quantomeno dubbia ravvisata ai danni di Tavano nei primi minuti di Salernitana - Avellino. E in quella partita fece discutere, e non poco, anche il primo gol dei granata, viziato, a detta dei biancoverdi e di un cospicuo numero di addetti ai lavori, dal pallone che sembrerebbe sorpassare la linea di fondo prima di essere rimesso in mezzo da Sciaudone ed infine in rete da Gabionetta. Lupi e torti arbitrali: un binomio che ha viaggiato spesso di pari passo negli ultimi due campionati di Serie B e che sembra essere, sfortunatamente, ancora molto solido. Il direttore generale Massimiliano Taccone, intervenuto nel corso di “DerBy”, il format di OttoChannel dedicato alle campane in Serie B, non ha nascosto che la misura è colma. Soprattutto dopo il rigore concesso ieri al Livorno dal signor Daniele Minelli della sezione di Varese: una deviazione di petto di Biraschi confusa con un tocco di braccio. Un’interpretazione distorta che è costata, in un solo colpo, rigore ed espulsione per somma di ammonizioni del difensore. Che salterà il match in programma venerdì, al “Partenio-Lombardi”, contro il Brescia. Per la serie: oltre al danno la beffa.  Per leggere l'articolo completo scarica gratuitamente da Microsoft Store, App Store e Google Play la nuova app di Ottopagine: Campania Calcio. Marco Festa



Sannioportale.it