• VENERDÌ 23 APRILE 2021 - S. Adalberto vescovo

Avellino, caccia al regista: Atalanta alleato di mercato

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Da qualche anno a questa parte, l'Avellino ha trovato nell'Atalanta un alleato di mercato su cui poter contare. Da Zappacosta ad Almici, passando per Kone fino ad arrivare a Bittante. L'asse Avellino-Bergamo è caldo e lo certificano le trattative imbastite dai due club in questo primo scorcio di calciomercato.  L'Atalanta, come riportato ieri (leggi qui), avrebbe messo gli occhi su Luca Bittante, scelto dalla dirigenza neroazzurra come sostituto del partente Davide Zappacosta (su di lui c'è il Villareal). Il cartellino dell'esterno, fino a domani alle 19, è a metà con la Fiorentina. La scorsa settimana la società viola sembrava dovesse riportare alla base Bittante dopo tre stagioni in maglia biancoverde. L'intesa sembrava essere stata raggiunta, ma lo slittare della fumata bianca ha avvicinato, di ora in ora, il rischio delle buste.  Che non dovrebbe essere scongiurato. L'Avellino acquisterebbe la metà di Bittante per poi provare a fare cassa seguendo l'esempio di Armando Izzo dello scorso anno. Sulle tracce del laterale si è messa l'Atalanta che sul finale di stagione ha monitorato Bittante (Reja era a Brescia nell'ultima gara di campionato). Nell'affare, oltre ad un conguaglio economico, potrebbe finire una contropartita tecnica che l'Avellino avrebbe identificato in Roberto Gagliardini. Centrale di centrocampo, bravo anche come interno destro o sulla sua fascia di competenza, Gagliardini, che ha indossato anche la casacca del Cesena, la scorsa stagione ha racimolato solo quattordici presenze e una rete con la maglia dello Spezia. Classe '94, e quindi ancora under, il centrocampista era stato già trattato dall'Avellino nel corso della sessione invernale di calciomercato. Il suo arrivo potrebbe anche essere non strettamente legato all'operazione Bittante, un po' come accadde la scorsa stagione con Moussa Kone che raggiunse il Partenio-Lombardi dopo la definizione dell'affare Zappacosta. Ma non finisce qui, perché da Bergamo potrebbe arrivare anche il rinforzo per la fascia destra di difesa. Il ritorno in Irpinia di Alberto Almici, nonostante la concorrenza di Bari e Cagliari, e l'idea Andrea Conti, ambito anche dal Lugano, sono le due piste da seguire.  Carmine Roca



Sannioportale.it