• SABATO 26 SETTEMBRE 2020 - S. Damiano Martire

Ammazzò la moglie a coltellate, condannato a 16 anni

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  Chissà se anche per un attimo i loro sguardi si sono incrociati. Lui è rimasto seduto, a capo chino, sotto gli occhi della polizia penitenziaria; loro, due dei suoi tre figli, accanto al legale che li ha rappresentati come parti civili. Hanno rivissuto la drammatica vicenda che ha segnato per sempre le loro esistenze. Tutti si sono alzati quando il gip Roberto Melone – mancavano una ventina di minuti alle 13 - è rientrato in aula per leggere il dispositivo della sentenza. Sedici anni. E’ la condanna stabilita con rito abbreviato, esclusa l’aggravante della premeditazione, per Pasquale Mastroianni, 53 anni, accusato dell'omicidio della moglie, Elvira Ciampi, 49 anni, uccisa a coltellate nel garage della loro abitazione alla contrada Cesine di San Giorgio del Sannio. Era il 16 settembre dello scorso anno. La donna aveva deciso di separarsi, il marito non voleva. La pena è la stessa proposta dal pm Flavia Felaco: anche lei, al pari dell’avvocato Vincenzo Speranza, difensore dell’imputato, aveva nella sua requisitoria messo da parte l’idea di un delitto organizzato (circostanza contestata nel capo di accusa), sulla quale aveva invece insistito l’avvocato Angelo Leone, per le tre  parti civili. Per ognuna di loro il pagamento da parte del padre di una provvisionale immediatamente esecutiva di 30mila euro ed il risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede. Enzo Spiezia



Macrolibrarsi
Sannioportale.it