• GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 - S. Pacifico da S. Severino

«Aspetto il 25 poi prenderò una decisione»

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Futuro tutto da definire per Sabino Capossela che deve mettersi alle spalle l'incredibile sconfitta col Grotta nella finale spareggio, la sfida che valeva il salto in Eccellenza. Purtroppo l'obiettivo è stato fallito, altrimenti adesso parleremmo di una conferma del difensore beneventano. “Se avessimo vinto la finale – inizia Capossela – avrei detto che le possibilità di rimanere sarebbero state tantissime, adesso non saprei che dire. Se la società dovesse allestire una squadra pronta per vincere mantenendo l'intelaiatura base allora mi farebbe molto piacere continuare”. Futuro legato al progetto perchè il difensore ex Torrecuso è comunque uno che si alimenta di ambizioni, non ama scendere in campo per ilo solo gusto di farlo, deve esserci qualcosa di importante per lottare. L'occasione poteva arrivare nella finalissima, ma alla fine è stata fallita proprio la partita che non poteva essere sbagliata.. “Avevamo tutto dalla nostra parte ma una gara singola può nascondere tantissime insidie. E' stata una sfida condizionata da tanti episodi e giocata contro una squadra che aveva già dimostrato di avere un'altra marcia in trasferta. Si sono espressi meglio di noi, giusto così”. Un progetto che, in caso di ripartenza, deve puntare su Casale. “Alla base di un progetto vincente deve esserci il mister perchè ha svolto un lavoro eccezionale. Lo dicono i fatti. Il Grotta doveva raggiungere i play off, siamo riusciti ad arrivare secondo mettendo a distanza una corazzata come il Cervinara. La prima riconferma dovrebbe essere proprio la sua”. Una riconferma che deve esulare dalla gestione della squadra nell'ultimo periodo, dalla decisione di non far giocare i titolari per preservarli. “Francamente non so quale poteva essere la strada giusta nel finale di stagione. Siamo stati un mese senza gare ufficiali per preservare i tanti diffidati ma non credo in un finale diverso anche se il mister avesse deciso di agire diversamente”. C'è solo da attendere per capire se Capossela sarà ancora al centro del progetto Grotta. “Ho già parlato con la società e a loro ho assicurato che la mia prima scelta sarebbe comunque Grotta. Ma non aspetterò all'infinito. Mi hanno assicurato che il 25 di giugno si vedranno e saranno gettate le basi per la prossima stagione. Se dovesse succedere qualcosa che ben venga, altrimenti mi sentirei libero di guardarmi attorno”. Fabio Tarallo



Macrolibrarsi
Sannioportale.it