• LUNEDÌ 3 AGOSTO 2020 - S. Pietro vesc. di Anagni

Truffe alle imprese, segnalate numerose richieste di pagamento che non riguardano servizi camerali

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Dopo il Covid-19, arriva anche una nuova truffa, segnalata dalla Camera di Commercio, a mettere in difficoltà le imprese sannite. “Alcune aziende del territorio – si legge sul sito dell’ente di piazza IV Novembre – hanno ricevuto richieste di pagamento ingannevoli che possono far ritenere di essere riconducibili alla Camera di Commercio di Benevento che invece ne è completamente estranea”. Dal 30 Giugno 2020, infatti, i pagamenti richiesti dalla Camera di Commercio di Benevento avvengono in via esclusiva presso gli sportelli camerali, oppure tramite la piattaforma PagoPA. Infatti, l’avviso di pagamento per i servizi camerali, denominato pagoPA è inviato direttamente all’utente interessato a seguito di sua esplicita richiesta, e vanno effettuati tramite i Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP), come ad esempio: agenzie della propria banca; sportelli ATM abilitati delle banche; home banking del PSP (riconoscibile dai loghi CBILL o pagoPA); punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5. “Nell’occasione – conclude la Camera di Commercio sannita – si ricorda anche che nessun funzionario o dipendente camerale telefona alle imprese per ottenere dati riservati relativi a estremi bancari, fatturato, nomi di clienti/fornitori o altri dati sensibili. Attenzione quindi a non fornire questo genere di informazioni ritenendo che siano richieste dalla Camera di Commercio di Benevento”.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it