• VENERDÌ 7 MAGGIO 2021 - S. Flavio martire

FdI chiede la riapertura dello Sportello dell’Agenzia delle Entrate a Cerreto Sannita

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia Sannio chiede, attraverso una nota ufficiale, il ripristino dello Sportello dell’Agenzia delle Entrate di Cerreto Sannita. “Abbiamo appreso con sconcerto – si legge nel comunicato diffuso alla stampa – la decisione dell’Agenzia delle Entrate di chiudere, dallo scorso 19 aprile, lo sportello dell’Agenzia presente nel Comune di Cerreto Sannita. In un momento difficile per tutti, il presidio dello Stato, anche attraverso sportelli periferici come quello in questione, risulta di fondamentale importanza per i cittadini che usufruiscono dei servizi erogati dall’Agenzia delle Entrate direttamente sul territorio e la cui sospensione comporterà inevitabilmente danni e disagi, non solo a Cerreto Sannita, ma a tutti i comuni limitrofi. Mauro Parente, assessore del Comune di Cerreto Sannita nonché esponente di FdI Sannio, afferma: “È necessario continuare a garantire un servizio essenziale ai cittadini di Cerreto e dell’intera Valle Telesina. Oltre al delicato momento che stiamo vivendo, in considerazione dei ritardi nei rinnovi delle tessere sanitarie scadute, indispensabili per consentire ai cittadini l’accesso alla campagna vaccinale, l’Ufficio di Cerreto (che ricordo non grava sui costi dell’Agenzia delle Entrate dato che il Comune di Cerreto Sannita si è fatto carico del mantenimento dello stesso) conta di un notevole afflusso di persone e professionisti che fanno leva e si appoggiano proprio al nostro Sportello. Per tali ragioni auspichiamo una veloce riapertura nell’interesse dei cittadini”. Mimmo Matera, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Sannio argomenta la posizione del partito sulla vicenda: “L’Ufficio in questione rappresenta un servizio importante per Cerreto e per i comuni limitrofi che, ricordiamo, sono stati già privati dell’ospedale e di certo non possono subire un’ulteriore limitazione dei servizi al cittadino. Per questi motivi siamo impegnati al fianco della cittadinanza, con l’obiettivo di far valere le loro ragioni per la difesa del territorio”.



Sannioportale.it