• VENERDÌ 16 APRILE 2021 - S. Lamberto martire

Contratto personale non sanitario di Villa Margherita, la Uil Fpl: “Pronti a dare battaglia”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


“Nessun passo indietro da parte del Gruppo Kos. Nella riunione in videoconferenza alla quale ha partecipato il segretario nazionale della Uil Fpl, Rossella Buccarello, l’azienda milanese ha ribadito la volontà unilaterale di disattendere l’applicazione del Ccnl vigente per il personale non sanitario delle sue cliniche, per il quale si vuole utilizzare il contratto Aris. Si  tratta di un’azione gravissima – spiega il segretario provinciale della Uil Fpl, Giovanni De Luca –. Ho avuto l’opportunità di presenziare alla riunione e purtroppo non abbiamo registrato alcun segno di apertura da parte del Gruppo Kos, che non solo ha annunciato di procedere con tale azione ma ha ribadito come l’adempimento ad un obbligo contrattuale sia per loro subordinato alle sole indicazioni delle delibere Regionali attinenti la compartecipazione al costo contrattuale e alle regole di accreditamento. L’iniziativa – aggiunge – andrebbe a comportare disparità e disuguaglianza delle condizioni del personale interessato, soprattutto alla luce delle migliorie normative apportate dal recente rinnovo Aris Aiop 2016-2018 e al percorso intrapreso di equiparazione tra il personale pubblico e privato della sanità, per cui la Uil Fpl è pronta ad intraprendere tutte le iniziative possibili per fare in modo che ciò non accada, e per far recedere l’azienda dalla sua decisione nell’interesse  delle tante lavoratrici e lavoratori del gruppo. Segnaleremo agli organi competenti, nessuno escluso tale atteggiamento a tutela dei dipendenti della clinica Villa Margherita di Piano Cappelle e del servizio dato agli ospiti che rammentiamo è finanziato in regime di accreditamento da soldi pubblici’. Va rimarcato che la decisione di applicare un nuovo contratto al personale non sanitario è stata intrapresa in modo unilaterale senza informare le organizzazioni sindacali andando a creare un precedente inaccettabile. A questo punto, coordinandoci con la segreteria nazionale. Non lasceremo nulla di intentato – conclude Giovanni De Luca –, come in ogni occasione, anche questa volta i lavoratori di Villa Margherita sanno che possono contare sull’appoggio, la presenza e la tempestività della Uil Fpl”.



Sannioportale.it