• MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2021 - S. Crispino da Viterbo

Consiglio delle Autonomie Locali, Spina: “Necessaria elezione del CAL”

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


“Tra i primi argomenti affrontati dalla struttura di supporto alla Prima Commissione Consiliare permanente della Regione Campania presieduta da Giuseppe Sommese c’è stato l’approfondimento della elezione del CAL, il Consiglio delle Autonomie Locali della Campania, che ad oggi non è ancora avvenuta nonostante la sua istituzione fosse stata prevista nel 2009 dallo Statuto della Regione e recepita nel 2011 con Legge Regionale”, lo riferisce Zaccaria Spina che coordina  la stessa struttura di supporto. “Ho illustrato al presidente Sommese –  dichiara Spina – come in questo particolare momento storico si avverte ancor più la necessità di un raccordo tra la Regione ed i 550 Enti Locali della Campania nella redazione dei Programmi Regionali di Sviluppo, nelle  proposte per le progettazioni da finanziare con il Recovery Fund, nella predisposizione dei temi strategici di sviluppo regionale tra cui spicca il ruolo dei Distretti Turistici della Campania. Il  Consiglio delle Autonomie Locali potrebbe rivestire un ruolo fondamentale, anche perché tra le funzioni previste dall’articolo 23 dello Statuto della Regione Campania, tra le altre cose,  alla lettera D prevede esplicitamente il parere sulla Proposta di Programma Regionale di Sviluppo, di documento di programmazione economica-finanziaria e di bilancio. Il presidente Giuseppe Sommese, riconosciuta l’importanza dell’attivazione del CAL, si è riservato di avviare ogni attività e prerogative della Commissione da lui presieduta affinché gli enti locali della Campania possano essere ascoltati e diventare parte attiva nei processi decisionali che riguarderanno aspetti di fondamentale importanza per la crescita e lo sviluppo dei territori amministrati”. Il CAL è una vera e propria “seconda camera”  regionale composta da 40 membri di cui  10 sono componenti di diritto (i presidenti delle province ed i sindaci delle città capoluogo) e 30 elettivi secondo le modalità previste. Del CAL fanno poi parte senza diritto di voto i delegati di: UPI Campania, ANCI Campania, UNCEM Campania, Lega delle Autonomie Locali Campania, A.I.C.C.R.E. Campania, ANCIM Campania, ANPCI Campania.



Sannioportale.it