• GIOVEDÌ 16 LUGLIO 2020 - B. Vergine del Carmelo

Spostamenti tra Regioni, dal 3 giugno senza restrizioni

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Lapresse.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


 C'è il via libera, dal 3 giungo gli italiani potranno liberamente spostarsi sul territorio nazionale. Dalla prossima settimana dunque chiunque potrà potranno muoversi da una regione all'altra senza restrizioni e senza doversi portare in tasca la tanto temuta autocertificazione. La decisione arriva dopo una riunione di circa 2 ore tra il premier, Giuseppe Conte, i capi delegazione delle forze di governo, e il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia. A convincere Palazzo Chigi ad ammainare definitivamente anche l'ultimo vessillo del lockdown sono i dati del monitoraggio dell'Iss sulla prima settimana di 'sblocco', che hanno evidenziato l'assenza di particolari criticità, nonostante manchi ancora l'omogeneità su tutto il territorio. Motivo, questo, che aveva fatto ipotizzare lo slittamento di un'altra settimana per la riapertura. Anche perché Boccia ha respinto con forza proposte come i 'passaporti sanitari' o il via libera a macchia di leopardo.  Sullo sfondo resta comunque l'invito del ministro della Salute, Roberto Speranza, a proseguire sulla strada della "gradualità e della cautela". Ma "al momento non ci sono ragioni" per cambiare i programmi sugli spostamenti. Anche se "monitoreremo nelle prossime ore l'andamento della curva", assicura il responsabile del dicastero di Lungotevere Ripa. Ora manca il passaggio con i governatori, che attendono una convocazione dal governo e non è escluso che possa arrivare già domani. "I dati sono sostanzialmente in linea con gli indicatori, aspettiamo un confronto con l'esecutivo nelle prossime ore", spiega il presidente della Liguria, Giovanni Toti. Per Luca Zaia è "fondamentale" rimuovere ...



Sannioportale.it