• LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020 - S. Matteo apostolo

"Sono nata e morirò italiana...". Un film celebra Alida Valli

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


"Troppe volte, come la mia città, avevo cambiato pelle, ma sono nata e morirò italiana", scrive Alida Valli nel suo diario. La città è Pola, dove nasce nel 1921 e non ha mai più voluto tornare dopo la fine della Seconda guerra mondiale e l'occupazione dei partigiani jugoslavi di Tito. Le sue parole rivivono grazie all'appassionata interpretazione di Giovanna Mezzogiorno nel film documentario "Alida" di Mimmo Verdesca selezionato al festival di Cannes.In vista del centenario della nascita della leggendaria attrice italiana, Venicefilm e Kublai Film hanno prodotto, in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà e la partecipazione di Rai Cinema, la pellicola che verrà presentata in anteprima mondiale al Festival Lumière di Lione in ottobre. Alida Valli è stata una ...



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it