• LUNEDÌ 26 OTTOBRE 2020 - S. Florio martire

Roma è persa. Salvini? Ci sarò anche dopo di lui

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Roma - «Adesso c'è Salvini, è vero. Chi ci sarà anche dopo, però, sono io...». Non è certo una frase che dice tutto d'un fiato Umberto Bossi. Anzi, tra una boccata di sigaro e molti amarcord, quasi gliela cavano a forza i deputati del Pd Paolo Rossi e Francesco Prina. Perché se a chiedergli un giudizio sulla Lega 2.0 è un giornalista, il Senatùr ci tiene a seguire il linguaggio della diplomazia. Per dirla come Bossi, fa il «democristianone». Nessun affondo, insomma, al segretario del Carroccio, nonostante non sia un mistero che l'attuale dirigenza della Lega consideri ormai il Senatùr troppo ingombrante e poco utile alla nuova causa. Dai piani alti di via Bellerio, per dire, il giorno del suo compleanno fu chiesto a deputati e senatori di astenersi dagli auguri sui social, Facebook su tutti. Invito disatteso, perché a tutto c'è un limite. Tutte cose di cui Bossi non si cura, almeno pubblicamente. D'altra ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it