• MERCOLEDÌ 23 SETTEMBRE 2020 - S. Tecla vergine martire

Quella guerra civile che venne travestita da guerra di classe

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


L'ultimo tomo dell'opera di Renzo De Felice su Mussolini e il fascismo fu pubblicato postumo nel 1997 con il titolo La guerra civile 1943-1945 come secondo volume di Mussolini l'alleato 1943-1945. Esso è rimasto incompleto per la morte dell'autore, ma alcune delle tesi in esso contenute o che avrebbero dovuto essere dimostrate o sviluppate nelle parti non ancora scritte dell'opera furono anticipate in un piccolo libro-intervista dal titolo Rosso e Nero (1995), importante sia per le suggestioni interpretative proposte, sia per certe indicazioni metodologiche di ricerca storiografica, sia, ancora, per i chiarimenti sulla posizione «revisionista» dell'autore stesso. Eppure, malgrado la sua incompiutezza, il volume su La guerra civile 1943-1945 è da considerarsi uno dei più importanti della serie, se non addirittura dei più belli, almeno dal punto di vista dell'importanza dei risultati della ricerca e della corposità del discorso interpretativo che stabilisce un nesso fra passato e presente.Da un punto di vista contenutistico esso tratta del periodo che va dalla caduta del regime ai primi travagliati mesi di esistenza della Rsi e affronta temi scottanti: la prigionia di Mussolini, la sua liberazione da parte dei tedeschi, la catastrofe nazionale dell'8 settembre 1943, la contrapposizione tra fascisti, ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it