• LUNEDÌ 17 MAGGIO 2021 - S. Pasquale Baylon

Quei sottosegretari indagati che il premier non caccia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Furbo Renzi. Marino cade in disgrazia e il premier se ne libera come se fosse una zavorra: «Al punto in cui eravamo non c'erano più alternative. E dunque credo che Marino abbia fatto bene a dimettersi» dice nella sua rubrica fissa sull' Unità . La «mela Marino» è marcia? Matteo la piglia e la butta via con ribrezzo: così appare come il moralizzatore, l'intransigente uomo dalle mani nette che allontana - o esulta per l'allontanamento - gli uomini su cui si allungano ombre e sospetti. Peccato che, in ragione di un bieco opportunismo politico, Renzi lasci nel cestino del governo altre mele presunte bacate; e non tocchi altre pedine che proprio linde non paiono essere. Posto che il garantismo vale per tutti e quindi sono tutti innocenti fino al termine del terzo grado ...



Sannioportale.it