• VENERDÌ 22 GENNAIO 2021 - S. Vincenzo diacono

Phelps, l'eroe imperfetto che ora nuota nella storia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


RIO DE JANEIRO - Il perfetto imperfetto ha conquistato il mondo. Con le vittorie. Di cui il mondo però sa tutto. Con le inesattezze della propria vita. Che il mondo ha imparato ad amare. Michael Phelps piace per questo. Non c'è campione più campione di lui. Non lo è Cristiano Ronaldo bello e inaccessibile e con la faccia da fortunato a vita che lo allontana da noi. Non lo è Roger Federer che deve essere una pasta d'uomo il ragazzo, però un po' noioso, non certo un esempio, un modello. A lui al massimo ci si affeziona, niente di più. Non lo è Tiger Woods che in certi atteggiamenti sgangherati non pare imperfetto. E non lo è Usain Bolt che forse corre troppo velocemente per poterne afferrare l'anima. L'essenza.È invece l'imperfezione a rendere tale Phelps. Perché l'imperfezione è un freno che blocca e consente agli altri di guardare dentro. Nella notte magicamente surreale dell'Aquatic ...



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it