• LUNEDÌ 17 MAGGIO 2021 - S. Pasquale Baylon

Nel Corano l'intifada dei coltelli I mandanti? Cercateli in moschea

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Venerdì scorso in una moschea a Rafah, nella Striscia di Gaza controllata da Hamas, l'imam ha impugnato il coltello nel corso del sermone ordinando ai fedeli di uccidere gli ebrei nel nome di Allah ed emulando le gesta di Maometto.Il ricorso al coltello, l'arma simbolo di quella che viene indicata come la «Terza Intifada», la nuova rivolta palestinese caratterizzata da un'ondata di accoltellamenti di ebrei, trova riscontro nei versetti coranici: «Getterò il terrore nel cuore dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo (…) Non siete certo voi che li avete uccisi: è Allah che li ha uccisi». (8, 12-17) «Quando (in combattimento) incontrate i miscredenti, colpiteli al collo finché non li abbiate soggiogati». (47, 4) Così come è illuminante ...



Sannioportale.it