• SABATO 5 DICEMBRE 2020 - S. Saba abate

Moratti: Non sono necessario Ma Thohir non vuole liquidarlo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


MilanoMassimo Moratti è al passo d'addio con l'Inter in cui non si riconosce più a dispetto d'un amore infinito, quasi passionale. Dei suoi uomini è rimasto solo il ds Ausilio nell'organigramma dirigenziale rivoluzionato da Thohir con la scure del manager per nulla incline ai sentimentalismi: l'ultimo a essere fatto fuori è stato l'ad Fassone nel segno d'uno spoil-system integrale. E proprio quest'ultima decisione ha accelerato nel petroliere il proposito, già somatizzato, di tagliare il cordone ombelicale con il club che ha gestito per 18 anni come un affare di famiglia. Nel bene e nel male. Che da tempo mediti di cedere il 29,5% delle azioni, intestate ai figli Giovanni e Angelomario, è cosa risaputa nella ristretta cerchia di quanti gli stanno accanto. Questa Inter non è la sua Inter. E lui ne vuole prendere le distanze.Si erano avute importanti avvisaglie nella notte di domenica, qualche minuto ...



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it