• VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020 - S. Giuseppe Pign.

L'Alto Adige? Il Bengodi dei jihadisti

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il paradiso autonomo incastonato sulla porta delle Dolomiti, si riscopre terra promessa di aspiranti jihadisti. La metamorfosi dell'Alto Adige, svelata dalle inchieste che tra Bolzano e Merano hanno sgominato cellule collegate con la rete del terrorismo internazionale, ha trovato terreno fertile nelle maglie larghe delle politiche per la casa, quelle che hanno fatto del capoluogo della provincia autonoma la residenza ideale, agli occhi degli adepti al Califfato, per mimetizzarsi dietro il volto di migranti con famiglie a carico in cerca di asilo, lavoro, e di una nuova vita. È il rovescio della medaglia del welfare al tempo dell'emergenza terrorismo, quello che tra sussidi e alloggi ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it