• VENERDÌ 5 GIUGNO 2020 - S. Bonifacio vescovo

I casi Albania, Grecia e Polonia: perché lì meno morti per Covid

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Meno morti e pochi contagi per il Covid-19, rispetto ai Paesi europei dell'Occidente. Sembra che Romania, Bulgaria, Grecia, Albania, Ungheria e Slovacchia siano riusciti a controllare la curva epidemica meglio di Francia, Germania, Svizzera e Gran Bretagna.La situazione, raccontata dal Corriere della Sera, potrebbe essere frutto di una minor presenza di persone infettate dal virus nelle settimane di gennaio e febbraio, che hanno dato il via alla pandemia in Europa. Ma non solo. Sembra, infatti, che nei paesi dell'Est le misure di contenimento del nuovo coronavirus siano state più rigidi e più anticipate. I Paesi europei avevano sotto gli occhi l'esempio dell'Italia, che già a fine febbraio contava i primi casi da nuovo coronavirus. Ma alcuni Stati hanno applicato misure restrittive più in ritardo, mentre altri hanno agito tempestivamente.Il Corriere prende in considerazioni i dati del "Government Response Stringency Index" della Blavatnik School of Government dell'Università di Oxford, che assegna i punti da 1 a 100 per indicare il grado di chiusura dei Paesi. Il numero più basso corrisponde alla massima apertura, mentre 100 alla massima chiusura. A metà marzo, quando l'Italia era già in piena emergenza, l'Albania era a 84, la Slovacchia a 71, la Romania a 67, la Polonia a 60, l'Ungheria a 59, la Grecia a 57. I Paesi più ad Ovest, invece, avevano punteggi più bassi: 37 la Germania, 50 la Francia, 53 il Belgio e 11 la Gran Bretagna. Solo a fine marzo gli stati dell'Europa occidentale hanno iniziato ad adottare misure più restrittive.E i frutti delle decisioni prese a metà marzo per contrastare la pandemia da Covid-19 si sono visti nei mesi successivi. Secondo i dati del Worldometer, l'Albania oggi conta 31 morti, 11 per milione di abitanti, la Grecia ne conta 16 per milione di abitanti, la Romania 60 e la Slovacchia 5. Al contrario, in Gran Bretagna, Belgio, Francia Germania ci sono state rispettivamente 541, 797, 433 e 100 vittime per milione di abitante.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it