• MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021 - S. Angela Merici

Efficacia, costi, conservazione: lo sprint a tre per il vaccino

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La corsa al vaccino anti Covid sembra ormai una gara a tre. Dopo gli annunci a stretto giro a suon di record di efficacia di Pfizer/Biontech e Moderna, alla partita si aggiunge anche AstraZeneca. Il vaccino prodotto dalla multinazionale svedese-britannica con sede a Londra, in collaborazione con lo Jenner Institute dell'Università di Oxford e con la Irbm di Pomezia, è risultato "altamente efficace" nella protezione contro il coronavirus, secondo i risultati preliminari dei testi clinici condotti in Regno Unito e Brasile arrivati in fase 3. I ricercatori, riporta Agi, hanno spiegato che il vaccino funziona con un'efficacia compresa fra il 62% e il 90%, con una media pari al 70%. Una garanzia meno promettente rispetto ai diretti concorrenti, entrambi con percentuali di efficacia che viaggiano sopra il 90%. Moderna, e quello prodotto da. Ma mentre anche per l'anti Covid prodotto da Pfizer/Biontech si è conclusa la sperimentazione di fase 3, per quello di Moderna in collaborazione con il National Institute of Health (NIH) occorre aspettare. Una questione di pochi giorni, assicurano.I plus del vaccino italo-inglese: costo e conservazioneI test clinici sono stati condotti ...



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it