• SABATO 31 OTTOBRE 2020 - S. Antonino Vescovo

Ecco tutto quello che c'è dietro il caso della "cacciata" di Becciu

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Papa Francesco, "cacciando" Angelo Becciu, ha creato un precedente. Una modalità gestionale che il Vaticano, almeno durante i tempi odierni, ancora non aveva conosciuto. Becciu non è stato "scardinalato", come si pensava in prima battuta. L'alto consacrato italiano ha perso i diritti concessi dalla porpora: questa è la sintesi della mossa operata dal pontefice argentino. Attorno al Vaticano sembrano sollevarsi anche voci scandalizzate o quasi per l'accaduto, ma Bergoglio - in quanto vertice della Chiesa universale - è il depositario del potere che prevede di poter prendere decisioni come quella comunicata nel corso della giornata di ieri. Il perché della mossa dell'ex arcivescovo di Buenos Aires sta emergendo in queste ore.In relazione ai dubbi circolanti sul "come" il caso di monsignor Angelo Becciu sia stato affrontato, vale la pena riportare quanto scritto sul sito specializzato IlSismografo, che ha pubblicato un articolo a firma del direttore Lucas Badila in cui si legge pure quanto segue: "Questi astrali papali sarebbero elementi che il Papa ha avuto dal Tribunale unico vaticano che però non sta processando il cardinale dimissionario ...



Sannioportale.it