• MERCOLEDÌ 20 GENNAIO 2021 - S. Sebastiano martire

Da Londra un assist a Renzi Fronda divisa sulla Berlinguer

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Roma - Se al referendum costituzionale d'autunno vincesse il «No», le conseguenze per l'Eurozona sarebbero «gravi».A lanciare l'avvertimento è il Financial Times, che già aveva messo in guardia - con qualche fondamento, come si è poi visto - dagli effetti destabilizzanti per la Gran Bretagna, l'Europa e la crescita economica della Brexit. Ora il quotidiano della City guarda all'Italia, e prevede burrasca: «Le conseguenze di un voto per il No sarebbero gravi. La riforma costituzionale verrebbe come minimo ritardata, portando a una situazione insostenibile in cui il nuovo sistema elettorale verrebbe applicato alla Camera ma non al Senato», scrive il Ft. «Un governo tecnico non avrebbe ...



Sannioportale.it