• LUNEDÌ 26 OTTOBRE 2020 - S. Florio martire

Contributi, caparre e confische Ecco chi fa pagare i rifugiati

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La Danimarca ha tracciato il solco e la Svizzera si è accodata nel giro di poche ore. Una prima analisi lascerebbe intendere che il provvedimento sulla confisca di denaro e beni di valore ai richiedenti asilo, per coprire le spese d'accoglienza, abbia paternità nordica (misure simili sono in vigore in alcuni Laender tedeschi) o viva sull'asse Copenhagen-Berna. In realtà quanto approvato il 26 gennaio al Folketing, il parlamento danese, pare un po' un «copia e incolla» di ciò che accade da cinque anni nel lontano Botswana. A 12mila chilometri di distanza dalle terre di Amleto il governo del presidente Ian Khama, per arginare l'immigrazione di profughi in arrivo dallo Zimbabwe, e contenerne i costi di sostegno, chiede a ciascun esule il corrispettivo di 4mila dollari.Difficile che a Copenhagen non ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it