• DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020 - S. Vincenzo de' Paoli

Chi spaccia ottimismo perde consensi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La comunicazione di massa induce chi detiene un qualche potere, e ne deve rispondere, a trattare il suo prossimo come un sempliciotto cui si possano somministrare versioni della realtà che non corrispondono neppure minimamente alla realtà effettuale. Le cose, in Italia, continuano a non andar bene, ma il capo del governo non manifesta il minimo dubbio a sostenere che vanno per il meglio; persino la Chiesa, dalla quale ci si aspetterebbe un maggiore e più realistico rispetto per i fatti dà, col Papa, una versione della fede che poco o nulla ha a che fare con il mondo nel quale i fatti, poi, si concretano.Viviamo nell'era dei consumi e di una certa diffusa agiatezza, facilmente riscontrabili empiricamente. Ma nei discorsi del Papa prevalgono l'elogio della povertà e la condanna del denaro come sterco del diavolo e in quelli del capo del governo un ottimismo ingiustificato. ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it