• MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2020 - SS. Michele Gabriele e Raffaele

Anonymous vs Isis: tutto quello che ancora non sapete

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il web è un vero e proprio campo minato: lo sanno bene i cyber-attivisti di Anonymous, che ogni giorno, nei meandri della rete, combattono i terroristi dell'Isis oscurando a raffica i loro profili social.Ma la missione della comunità virtuale più temuta dai jihadisti non è ancora chiara alla maggior parte dei naviganti. Matteo Flora, esperto di sicurezza informatica e fondatore di The Fool, società italiana specializzata nella tutela della reputazione digitale, rivela in esclusiva a il Giornale.it i segreti della guerra online tra Anonymous e il califfato.Chi non mastica informatica tutti i giorni si chiede perché i militanti dell'Isis preferiscono usare Twitter piuttosto che Facebook per diffondere il terrore sul web."E' indubbio che Twitter sia di gran lunga la piattaforma social preferita dai terroristi, ma questo fenomeno va contestualizzato per evitare un sensazionalismo che vede nell'immagine mentale di moltissimi una piattaforma come Twitter 'brulicare' fiancheggiatori. Un recente studio di The Brookings Project on U.S. Relations with the Islamic World, dal titolo The Isis Twitter Census, mostra meno di 50.000 account presenti sulle piattaforme, con meno di 1.000 molto attivi. Un numero certamente alto, ma vicino alla quantità di utenti che commentano un programma televisivo in prima serata e con estrema probabilità anche "moltiplicato" dall'utilizzo massivo di sistemi automatici di tweet. Perché Twitter? Principalmente per tre motivi: in primis la mancanza d'obbligo per gli utenti di registrarsi con una politica di 'nome reale' come Facebook, che impone di fornire dati corretti sulla propria persona, pena la cancellazione dell'account. In secondo luogo perché su Twitter è molto più semplice automatizzare i processi di gestione 'centralizzata' di decine ...



Sannioportale.it