• VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020 - S. Giuseppe Pign.

Addio Vittori, il mago Merlino che creò Mennea

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Se passi una notte cercando di imparare a memoria la poesia dialettale che ti ricorda come "passo l'angeli e disse ammen", allora sai che ripetendola a voce alta rendi omaggio ad un uomo che hai stimato, amato e anche detestato davvero. Lo abbiamo fatto nella notte di vigilia del Natale quando ci hanno detto che il cavalier Carlo Vittori, allenatore di atletica, nato nel giorno degli esploratori dell'anima il 10 marzo 1931 in Asculè, aveva deciso che il suo figlioccio Pietro Mennea si allenava poco, lassù nel cielo ed era ora di raggiungerlo per farlo correre ancora più forte.La poesia dialettale era di suo fratello Emidio, poeta, bibliotecario, ancora nelle staffette veloci di famiglia, triplista, voce tonante nella città di ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it