• MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 2021 - S. Angela Merici

A Brescia il giallo raddoppia: l'operaio morto aveva paura

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilgiornale.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Un imprenditore evaporato nel nulla, un suo operaio sparito una settimana dopo e trovato cadavere, un'indagine che non decolla. Anzi si biforca, procede per mille rivoli alla ricerca di un intricato bandolo della matassa. In un dedalo di dubbi, ipotesi, sospetti. Questo non è un giallo. È qualcosa di peggio: un buco nero che sembra inghiottire presente e passato. Segreti, drammi, esistenze e morti.Così per raccontare questo mistero diabolico cominciato 12 giorni fa, in una semisperduta fonderia della Val Trompia, ben si attaglia l'aforisma dello scrittore Chuck Palahniuk: «L'assassino, la vittima, il testimone, ciascuno di noi pensa che il proprio ruolo sia quello del protagonista».Perché qui nulla è chiaro, ancora non si sa chi siano i buoni ...



Sannioportale.it