• MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020 - S. Girolamo presbitero e dott.

Voto No perché i 5Stelle sono contro il Mes

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Da molto i referendum sono un istintivo sfogatoio barricadero di fazioni contrapposte per motivi che fuori escono dal merito del quesito che si trova sulla scheda elettorale. L’esempio, recente, più clamoroso fu la demolizione di Renzi nel referendum costituzionale del dicembre 2016.Non deve, quindi, stupire che di fronte al propagandistico battage del taglio dei parlamentari alimentato da Di Maio e soci, mi prenderò una rivincita, tutta mia solo mia, di votare No perché è il format culturale da apprendisti stregoni del Movimento 5 Stelle che smonta, una melassa ideologica che sta permeando l’intera azione di governo, che ha reso inebetiti gli stessi piddini, moralità ed etica unte e bisunte, mirate esclusivamente a guardare la pagliuzza invece della trave, coinvolgendo, e sfruttando, passivamente, la stragrande maggioranza degli italiani in un plebiscito su piccoli equivoci senza importanza.Brindano al taglio di qualche deputato e senatore come la cura dei mali, dimenticando che l’efficacia e l’efficienza della politica parte dalla conoscenza dei problemi e dalla preparazione per risolverli. Semplice e conosciuta questa formuletta, vero? Ma si dà il caso che nel frattempo che il focus grillino è movimentato ...



Sannioportale.it