• DOMENICA 17 GENNAIO 2021 - S. Antonio abate

Vivere la propria città da turisti. Cos'è e come funziona la Staycation, vacanza in hotel

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Vivere la propria città da turisti. In inglese si chiama “Staycation”: una forma di turismo di prossimità nuova, quanto meno in Italia, e che sta riscontrando un discreto successo nonostante tutto. Ecco allora che i romani vanno in vacanza a Roma, i napoletani riscoprono la loro Napoli e le sue strutture più eleganti, e così via per Bologna, Firenze, Milano, Triste e Venezia. Città italiane dove alberghi e ristoranti, per lo più di lusso, propongono una piccola ma valida alternativa: una piccola fuga romantica per la coppia, una cena stellata, un weekend con la famiglia da passare in un luogo diverso dalla propria casa. Del resto, per rilassarsi o divertirsi la formula vincente è sempre la stessa: aprire gli orizzonti. Al mondo dell’hotellerie e della ristorazione, che soffrono la crisi pandemica, va quindi il merito di aver tirato fuori dal cilindro il modo di “viaggiare” senza troppi sforzi, cambiando lo spazio e il tempo della quotidianità. Ovviamente in tutta sicurezza e secondo le disposizioni sanitarie diffuse per prevenire il virus. Una pratica che, a seconda delle misure che verranno dettate dal governo e dalle singole regioni, potrà essere confermata anche nel periodo natalizio.  Roma: piccole evasioni di lusso per allietare i romaniA Roma sono diversi gli hotel che propongono di diventare turisti per uno o due giorni. Una delle destinazioni della capitale per pianificare un momento speciale può essere il prestigioso Rome Cavalieri Worldorf Astoria Hotel, della catena Hilton, con il suo ristorante La Pergola. Una staycation stellata, in cui rientrano degustazioni Michelin, pernottamento e colazione per un totale di 850 euro. Un’idea nata per spezzare con stile l’attuale routine. “Abbiamo riaperto la nostra struttura il 1 luglio, dopo una chiusura di 3 mesi e mezzo - dice il direttore dell’hotel romano, Alessandro Maurizio Cabella - Il periodo estivo è stato piuttosto positivo, ma con l’arrivo dell’autunno e il diffondersi della pandemia le cose sono peggiorate. Adesso stiamo registrando una occupazione dell’hotel appena superiore al 5%, parliamo di una minima occupazione che non è di certo sufficiente a sostenere i costi della struttura, siamo coscienti della perdita operativa dell’hotel”. E sottolinea: “La scelta che abbiamo fatto è di restare aperti per dare un messaggio forte al mercato. Vogliamo crederci e offrire a tutti coloro che resteranno a Roma una proposta che possa allietarli in questo periodo difficile. Sono convinto che questa formula si può diffondere, del resto lo staycation esiste già da diversi anni in altri paesi europei o negli Stati Uniti, non ci stiamo inventando nulla di nuovo. Penso che, se ben presentato e correlato a delle occasioni specifiche, lo staycation può anche essere proposto al di là del periodo di crisi che stiamo vivendo. Adesso lo facciamo per permettere ai nostri ospiti di avere comunque la loro esperienza, domani lo si proporrà per celebrare eventi particolari in modo più completo”.   All’interno del ristorante romano La Pergola, del Cavalieri Worldorf Astoria HotelFirenze e Venezia: stay dinner, suite ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it