• DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021 - S. Giusto martire in Roma

Tutti gli errori che hanno portato alla crisi di governo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Innanzitutto c’è stata una catena di errori. I più gravi quelli fatti da Conte. In primo luogo in politica estera: egli si è così sbilanciato su Trump che quando ha vinto Biden ha tardato come Putin a inviargli le felicitazioni che poi ha rivolto al “popolo americano” e non al presidente eletto.Ma Conte non si è fermato alla politica estera e ai Servizi, egli ha puntato ad acquisire i pieni poteri sull’approvvigionamento di tutti i materiali sanitari e ciò gli è pienamente riuscito attraverso Arcuri, ma quando ha provato a fare la stessa cosa sulla progettazione e sulla gestione del Recovery Fund ha “toppato” in primo luogo perché ha prodotto un progetto ridicolo, in secondo luogo perché ha provocato la durissima reazione di Renzi.L’altro incredibile errore è stato commesso dal gruppo dirigente del Pd, Zingaretti in testa che, a suo tempo, non ha intimato a Conte di non allargarsi troppo e di cogestire tutte le vicende più importanti. Invece il Pd ha taciuto a lungo.Il fatto è che in tutto questo periodo il Pd ha messo in evidenza un’incredibile subalternità nei confronti di Conte e del Movimento 5 stelle: non ha imposto un proprio vicepresidente e praticamente si è lasciato espellere da palazzo Chigi, poi ha lasciato a Conte i Servizi, ha accettato senza condizioni il taglio dei parlamentari, ha lasciato via libera sul terreno delle giustizia al peggior ministro della storia repubblicana, quel Bonafede che non a caso in tutta la vicenda ha svolto il ruolo della famosa “pallottola di Sarajevo” perché Conte è stato costretto a dar le dimissioni perché il Senato avrebbe fatto ...



Sannioportale.it