• GIOVEDÌ 9 DICEMBRE 2021 - S. Siro vescovo

Stella Morris, compagna di Assange: "La Cia voleva uccidere Julian"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


″È nel carcere più duro del Regno Unito: la prigione di Belmarsh. Il suo caso è particolarmente pericoloso, perché è la trasformazione in caso giudiziario di un conflitto politico, ma è rinviato a giudizio per avere pubblicato documenti e aver comunicato con fonti giornalistiche. Julian è stato incriminato per aver ricevuto e pubblicato dal suolo europeo documenti segreti che il governo degli Stati Uniti non vuole vedere pubblicati. Se riconosciuto colpevole, rischia 175 anni di prigione”. A dirlo Stella Moris, compagna del fondatore di Wikileaks Julian Assange, in un’intervista a Roberto Saviano pubblicata sul Corriere della Sera.“Dopo che Julian è stato arrestato nel 2019, alcuni informatori si sono fatti avanti per denunciare come l’azienda ...



Sannioportale.it