• GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 - S. Pacifico da S. Severino

So di non sapere: il paradosso che il Kenya mi ha insegnato

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


(Questo post è a cura di Giovanni Volpe, Nairobi Program Manager di Still I Rise)Vivo e lavoro in Kenya da ormai otto mesi, e ogni giorno mi sveglio in un Paese diverso.Ho fatto parte di uno studio legale internazionale, con sede a Nairobi, dal quale ho creato l’architettura legale della missione di Still I Rise. In seguito mi sono unito alla missione sul campo, ricoprendo fino ad oggi la posizione di “Nairobi Program Manager”.Insieme al resto del team, lavoriamo alla creazione di una scuola internazionale per bambini estremamente vulnerabili: profughi, apolidi, o vittime delle ineguaglianze indomite di questo paese. La nostra scuola sarà la prima del suo genere, e l’unica che sorgerà a Mathare, uno degli slum più grandi e più poveri d’africa, dove più di cinquecentomila persone vivono con meno di un euro al giorno.È una missione animata da un obiettivo luminoso di giustizia sociale: portare il meglio del meglio dell’educazione ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it