• MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2021 - Immacolata Concezione

Nel Governo riparte il rubabandiera. Primo round, Reddito di cittadinanza

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Non che Mario Draghi sia tipo da dimostrazioni trionfalistiche, tantomeno della prima ora, e questo lo spiega bene la decisione di non presentarsi in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri per benedire l’avvio senza turbolenze dell’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro. Ma forse il premier neppure si aspettava che proprio in una giornata fortunata, anzi di più visti gli allarmi e le paure della vigilia, i suoi ministri si ritrovassero ad avviare un rubabandiera. Insomma neppure il tempo di festeggiare, seppure senza sfarzi, uno dei passaggi più delicati, che i partiti di maggioranza hanno ripreso a inseguire una logica da bandierine. Anche i primi mesi del Governo non sono stati risparmiati da questa gazzarra, ma la discussione in Cdm sul reddito di cittadinanza inaugura un’intensificazione, in negativo, di questa dinamica perché ora è arrivato il momento delle scelte sulle questioni che dividono di più la maggioranza.È arrivato perché la settimana prossima sul tavolo del Consiglio dei ministri arriverà la legge di bilancio, il provvedimento che fissa le spese per il prossimo anno. Quella per il reddito di cittadinanza sono già nei cosiddetti tendenziali, è cioè una spesa già acquisita, ma sono bastati 200 milioni che servono per coprire i costi di quest’anno a far scoppiare la discussione ...



Sannioportale.it