• VENERDÌ 18 GIUGNO 2021 - S. Calogero eremita

Mesi cruciali, non possiamo permetterci un'Europa disordinata

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Per uscire dalla pandemia l’Europa deve rafforzare anche la propria identità, come espressione di valori, ma anche come democrazia funzionante per i propri cittadini e rilevante nel contesto internazionale. In questi giorni varie iniziative vanno in quella direzione. C’è stato il vertice sociale di Porto promosso dalla Presidenza portoghese del Consiglio europeo, che ha riaffermato i valori del lavoro e della occupazione nella Ue. Adesso si aprono due altre importanti iniziative. Nella Giornata celebrativa dell’Europa ha preso avvio ufficiale la “Conferenza sul futuro dell’Europa” (rinviata nel 2020 a causa pandemia), che durerà fino al 2022 anche con ampie consultazioni con i cittadini per rendere la Ue una democrazia più partecipata e resiliente. Il 21 maggio a Roma ci sarà il “Global Health Summit”, co-organizzato dallo Stato italiano, che ha la Presidenza di turno del G20, e dalla Commissione europea.Summit sulla salute a RomaAl Summit partecipano sia i capi di Stato o di Governo dei Paesi del G20, sia i rappresentanti apicali di organismi sovranazionali, sanitari e non. Un evento per molti versi storico, a causa della drammaticità della pandemia. Per questo speriamo che la “dichiarazione di Roma” che lo concluderà riesca a coniugare ideali, principi e concretezza.Nella prospettiva europea molto (certo non tutto) dipenderà dai due rappresentanti delle Istituzioni che co-organizzano il Summit (Draghi e von der Leyen). Siamo fiduciosi della loro consonanza. Speriamo anche che i rappresentanti istituzionali dei Paesi europei nel G7 e nel G20 ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it