• VENERDÌ 23 APRILE 2021 - S. Adalberto vescovo

"L'Ue sta perdendo la Slovenia. Contro la stampa sistematici attacchi umilianti"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Le giornaliste slovene “mentono per vivere”. Le giornaliste slovene “sono prostitute” o “figlie di prostitute”. Le giornaliste slovene “fanno parte del deep state”. Accuse così “umilianti qualificano più chi le pronuncia che di chi le riceve, ma questo non ci fa sentire meglio: le reporter del mio Paese sono sottoposte a pressione maggiore degli uomini, perché attaccate sul personale, è stato superato ogni standard di decenza”, riferisce Petra Lesjak Tusek, presidente dell’associazione dei giornalisti sloveni.Presidente, si sta inquinando l’ambiente mediatico anche a Lubiana. Perché il Governo ha recentemente accusato le giornaliste di far parte del deep state (teoria cospirazionista in arrivo dagli Usa) o di mentire per vivere?Non è successo niente di speciale, è un ritornello in ripetizione costante, solo perché sempre più donne si occupano di politica o acquisiscono ruoli importanti nelle redazioni. Perché alcune giornaliste mantengono posizioni critiche verso le autorità: non direi che numericamente sono più degli uomini, ma le donne sono più esposte, sia nelle tv pubbliche che in quelle private. Il giornalismo sloveno, credo, non ha mai registrato una presenza femminile così alta negli ultimi decenni. Ho iniziato ...



Sannioportale.it