• SABATO 31 OTTOBRE 2020 - S. Antonino Vescovo

Le città d'arte piangono per il Covid, precipita il prezzo degli hotel

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Da un lato le città d’arte che registrano un vuoto irreale, dall’altra le località marine premiate anche dagli italiani che di solito passano le vacanze all’estero. La strana estate del Covid è stata segnata da forti contrasti, e anche dal fatto di essere più lunga visto che a settembre c’è una quantità di italiani in vacanza più alta del solito, anche se l’assenza di stranieri continua a pesare in modo “soffocante” sul settore.Ma partiamo dalle principali località turistiche che - ad agosto secondo l’elaborazione dell’Unione Nazionale Consumatori sui dati Istat - sono in deflazione per quanto riguarda i prezzi degli alberghi e registrano cali sostenuti nei prezzi degli alloggi: dal sorprendente -22,2% di Venezia al -7,5% di Firenze, dal robusto -7,3% di Bologna al -4,5% di Roma.La città lagunare si colloca al secondo posto della graduatoria nazionale delle città ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it