• GIOVEDÌ 15 APRILE 2021 - S. Anastasia martire

L'Arizona difende le sue discriminazioni davanti alla Corte Suprema

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La presidenza Biden, che si è distinta per avere assemblato un gabinetto variegato e inclusivo, a partire dalla sua vicepresidente donna afroamericana e asiatica, potrebbe paradossalmente fare da sfondo a una delle sentenze più discriminatorie che la Corte Suprema abbia espresso negli ultimi decenni.Certo Biden e Harris non c’entrano nulla, se non perché sono stati, con la loro vittoria trainata da un’affluenza alle urne senza precedenti, la goccia che ha fatto traboccare il proverbiale vaso. Dopo i risultati delle ultime presidenziali il partito repubblicano ha proposto 253 diverse leggi per rendere il voto più difficile in 43 Stati, secondo i dati del Brennan Center for Justice.La frase che avete appena letto è la formulazione imparziale del concetto; per dire le cose come stanno realmente, però, dovrebbe essere più o meno scritta così: il partito repubblicano ha proposto 253 leggi per rendere il voto il più difficile per le minoranze.Sulla sottile differenza tra la formulazione e le sue implicazioni pratiche ...



Sannioportale.it