• GIOVEDÌ 21 GENNAIO 2021 - S. Agnese vergine

Italia meno rossa e più arancione: spiragli di colore

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Spiragli di colore si aprono sulla cartina dell’Italia, oggi ridisegnata. Roberto Speranza avrebbe voluto mantenere le restrizioni fino al 3 dicembre, il giorno in cui scadrà il Dpcm in vigore. Alla fine, però, il Ministro della Salute ha dovuto adeguarsi all’automatismo determinato dall’algoritmo e ai presidenti delle Regioni. Così oggi ha firmato l’ordinanza per allentare, dal 29 novembre, le misure disposte il 6 novembre in Lombardia, Piemonte e Calabria, che dall’area rossa passano in quella arancione e in Liguria e Sicilia, che dalla arancione scivolano in fascia gialla. Una decisione scaturita certamente dal miglioramento del quadro epidemiologico rilevato nell’ultimo monitoraggio di Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute in tutto il Paese, ma anche dalla fermezza con cui i Governatori di Lombardia e Piemonte hanno ricordato a Speranza l’automatismo alla base dell’assegnazione delle fasce. “Se l’algoritmo è valso quando si è disposta la zona rossa deve valere anche adesso che ci sono le condizioni per la zona arancione”, è il senso del ragionamento consegnato al ministro dal presidente della Lombardia, Attilio Fontana. “La situazione è migliorata costantemente - fa notare una fonte dal palazzo della Regione - anzi da una decina ...



Sannioportale.it