• MARTEDÌ 20 OTTOBRE 2020 - S. Contardo Ferrini

In attesa delle lezioni di educazione civica, cosa leggere a casa

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Lo so, ci sono scuole in cui l’orario scolastico è ancora estremamente ridotto, in cui ci sono tante altre cose da organizzare prima. Ma resta comunque il fatto che da quest’anno l’educazione civica torna a essere obbligatoria, già a partire dalla scuola materna.Con 33 ore annuali e tanto di voto in pagella. Tre linee direttrici: l’insegnamento della Costituzione, lo sviluppo sostenibile e la cittadinanza digitale. Se sui primi due argomenti non ci sono dubbi, sul terzo qualche perplessità può esserci. In realtà si tratta di un indirizzo molto importante, da affrontare il prima possibile, ovvero quello della diseducazione al linguaggio dell’odio attraverso i social, l’utilizzo delle nuove tecnologie in modo corretto e consapevole. Il tutto per permettere ai nostri figli di diventare cittadini responsabili, attivi e consapevoli.Quello che si può fare intanto, in attesa delle vere e proprie lezioni di educazione civica (che ai miei tempi era l’alternativa all’insegnamento della religione!) è cominciare a fare qualche lettura mirata a casa. I titoli non mancano e ci sono nuove uscite davvero interessanti. Viva la Costituzione(DeAgostini). Andrea Franzoso rende viva e concreta la Costituzione, calandola nella vita quotidiana, nelle nostre scelte personali. Mi è piaciuta la dedica a inizio libro: “Ai miei primi insegnanti di educazione civica: mamma e papà” (e da qui ho pensato che fosse utile avere qualche strumento in più anche a casa nostra). E mi è piaciuta tanto la testimonianza scelta per raccontare la Resistenza.Franzoso non è tornato tanto indietro nel tempo, si è fermato al 12 settembre del 2018, a Lodi. Quando diversi bambini della classe 5A ...



Sannioportale.it