• GIOVEDÌ 1 OTTOBRE 2020 - S. Teresa del Bambino Gesù

Il militare italiano ferito a Beirut: "Noi fortunati, ora siamo in pena per i libanesi"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


“Ricordo un boato fortissimo, indescrivibile.Gli avvenimenti si succedevano molto velocemente. Subito dopo l’esplosione c’è stato un attimo di smarrimento, abbiamo fatto un controllo tra noi per vedere se qualcuno stava peggio degli altri e ci siamo rasserenati. Io non mi ero nemmeno accorto della ferita: avevo un po’ di sangue dalla mano, ma niente di trascendentale. La cosa che tuttora ci preoccupa è la situazione della popolazione libanese. Non è stata una bella esperienza, ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it