• MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2021 - Immacolata Concezione

Green Pass Day: nessun trionfalismo, nessuna catastrofe

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


L’ora X non esiste, né del precipizio né della resurrezione, perché le moderne democrazie sono troppo interconnesse per realizzare le previsioni delle funeste Cassandre del catastrofismo o per assecondare il ballo menato dalle fanfare del trionfalismo. E tutte le decisioni si misurano nei loro effetti “a regime”, non a caso un provvedimento come il Green Pass obbligatorio è entrato in vigore proprio di venerdì (anche se non a borse chiuse).Però questo annunciato “Black Friday” di Green Pass, rivelatosi l’opposto, segna comunque un volta-pagina: l’inquietudine sociale certo non è scomparsa, ma è contenuta in una più forte “spinta gentile” del paese. Spinta alla normalità, al lavoro, alla vita. Nessun trionfalismo, perché l’immane sfida si vince e si misura nel tempo, ma il tessuto connettivo del paese regge nei suoi fondamentali. L’Italia non è un grande porto di Trieste perché le priorità percepite sono più quelle degli omologhi lavoratori del porto di Livorno, che dicono “il problema è il lavoro, non il Green Pass”. La regola vissuta non come imposizione da rifiutare, ma come tentativo per riconquistare la libertà. In un paese segnato da spinte ribelliste, pulsioni anti-statuali, ...



Sannioportale.it