• VENERDÌ 14 MAGGIO 2021 - S. Mattia apostolo

Francia vieta aerei su tratte brevi. Anche in Italia il treno vuole stravincere

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Voli vietati. Non per il Covid ma per l’impatto ambientale, quando l’alternativa è uno spostamento in treno che non supera le due ore e mezzo. Messa così la decisione di Parigi, anticipata da Leonardo Martinelli su La Stampa, suona come il diktat ecologista di un Grande Fratello Verde. E viene spontaneo provare a immaginare le ripercussioni che un’eventuale eco italiana di un tale provvedimento potrebbe comportare, appena le circostanze sanitarie permetteranno di ricominciare a viaggiare. Dovremo cambiare per decreto le nostre abitudini?Abbiamo cercato una risposta andando a spulciare orari e statistiche. Ed è arrivata subito una sorpresa: il mercato è più rapido della legge che Parigi si accinge a varare. Sulla tratta dell’alta velocità da Milano a Napoli il treno è diventato l’asso pigliatutto. Sulle tre ore non c’è più partita: la percentuale della ferrovia continua ad aumentare. Tra Roma e Milano i passeggeri dell’alta velocità in dieci anni sono passati da 1 milione a 3,6 milioni. E, sempre sulla stessa ...



Sannioportale.it