• LUNEDÌ 28 SETTEMBRE 2020 - S. Massimo martire

Allarme Covid d'importazione, Lazio e Campania vogliono controlli. Allo studio del Cts test rapidi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Rientri dall’estero e movida d’agosto fanno scattare l’allarme. Ma preoccupano anche il ritorno a scuola a settembre e i trasporti che potrebbero non essere adeguati a conciliare il contenimento del Coronavirus con un nuovo inizio di normalità.Test sierologiciNell’immediato c’è da gestire un aumento dei contagiati, alcuni dei quali in arrivo dall’estero. La regione Lazio si vuole blindare, ma è la sola insieme alla Campania. Nicola Zingaretti propone test sierologici per chi entra in Italia dai paesi considerati a rischio per una più forte incidenza di contagi Covid: Malta, Spagna, Grecia, Croazia. E sta predisponendo tutto il necessario per procedere ai test negli aeroporti e presso le stazioni dell’alta velocità. Ma soprattutto è in pressing sul governo affinché via sia un piano nazionale. “Non avrebbe senso se a fare i test siamo solo noi nel Lazio – si apprende da fonti regionali – si può arrivare qui con voli spezzati”.Vincenzo De Luca è ancora più duro: “È indispensabile sottoporre quanti arrivano o rientrano dall’estero all’obbligo di quarantena in relazione ai voli provenienti dai Paesi a rischio”. E poi ancora: “Sono indispensabili il controllo della temperatura corporea, ma anche test sierologici e una stretta ...



Sannioportale.it