• MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2020 - SS. Michele Gabriele e Raffaele

Aldo Schiavone: "Giusto il lockdown totale e bene il taglio delle tasse al Sud"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


“Se lasciamo indietro il Sud, le grandi Regioni del Nord sono destinate a diventare delle appendici di Germania e Francia”. Lo storico Aldo Schiavone rilancia con HuffPost la questione meridionale, “di cui purtroppo da anni non si parla più”. Il colloquio arriva a poche ore dall’intesa a Palazzo Chigi sul decreto Agosto, con le misure rivolte al Sud che lui definisce “positive, anche se si può fare di più”. Rispetto alle notizie venute fuori dai documenti desecretati del Cts, prima fra tutte la contrarietà dei tecnici a inizio emergenza sull’idea di un lockdown totale, il professore, che ha insegnato anche all’Università di Napoli e di Bari, non ha dubbi: “Compito della politica è scegliere, con il senno di poi è stato giusto chiudere tutto”. Secondo lei il Governo ha fatto bene a mettere in quarantena tutta Italia, ma è sicuro che non sarebbe stato meglio dividerla in due? In linea di principio il rapporto corretto tra tecnica e politica è quello per il quale la scienza, la tecnica, stabilisce nessi di causalità tra comportamenti e conseguenze, e quindi costruisce delle opzioni, degli scenari, ma è sempre la politica che si assume le responsabilità e prende le decisioni sulla base delle conoscenze che la tecnica gli fornisce. Dunque il fatto che la politica abbia preso delle decisioni che non corrispondevano strettamente alle proposte dei tecnici è giusto?Lo trovo del tutto normale, non è nulla di scandaloso. Peraltro fino a qualche tempo fa ho sentito dire l’opposto e cioè che abbiamo una politica subalterna e schiacciata sulle decisioni dei tecnici e ora ci ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it